el tenebrozo

domenica 17 settembre 2017

Meccanicamente CINEMA sotto le stelle in mezzo alle bielle

Mentre la stagione calda volge al termine nella piana lucchese c'è chi sente ancora la lunga onda dell'estate, "meccanica-mente" si sta bene dissi a Paolo qualche giorno fa, mentre si parlava di organizzare una proiezione nei locali dell'ex opificio di famiglia dove da ormai diversi anni il progetto "MECCANICAMENTE" sta diventando una via di fuga per i motociclisti toscani.
Una via di fuga perchè alla base di questo progetto ci sono i rapporti umani ancor prima della meccanica, in questo periodo gli incontri tra me e Paolo sono frequentissimi, perchè attivi in modalità brain-storming, abbiamo tirato giù diverse idee che presto vedranno la luce sempre e comunque proseguendo il percorso già rodato dell'officina, del servizio self-service e dei corsi aggiungendo degli eventi con l'obbiettivo di creare un polo di scambio culturale fra le diverse categorie di motociclisti, perchè in fondo andiamo tutti su due ruote e ne siamo fieri.
Per organizzare quest'ultima proiezione ho contattato il giornalista, regista e scrittore Jeffrey ZANI, persona mitica che vive la sua passione per le 2 ruote gareggiando in pista su bolidi 2T vecchia scuola, il quale, negli ultimi anni, ha portato sul grande schermo documentari di primo livello che raccontano di come tenacia, orgoglio, sudore e anche un pizzico di pazzia portano in alto uomini che hanno puntato tutto sulla velocità.
Jeffrey nelle sue collaborazioni nel mondo dei doc ha iniziato con "SCUDERIA FILIBUSTA" 2012 (proiettato il 15/09 scorso) storia avvincente sulla nascita del motociclismo a San Marino, nel 2014 ha reso un tributo alla scuderia "MORBIDELLI"  scuderia che negli anni 70 vinse quattro titoli mondiali battendo i colossi industriali giapponesi con i suoi prototipi artigianali, ed infine nel 2016 completa l'ultimo dei suoi lavori "IL MAGO MANCINI" (visibile su netflix) che racconta Un viaggio nella storia del motociclismo con Guido Mancini, l'ex pilota e tecnico del motomondiale che ha supportato gli esordi di Loris Capirossi, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso.
Optando di comune accordo per scuderia filibusta con i suoi personaggi d'altri tempi è partita la macchina organizzativa per passare una serata tra amici. 
Il resto lo lacio raccontare alle immagini dove penso di essere più bravo ad esprimermi.

Stelle in cielo poche..... piano "B" indoor approved

Christian e Michele rompono gli indugi e brindano alla passione



 "quelli della sala giochi"

Quando si dice crescere in mezzo ai motori

"la merenda del campione"


Ecco arriva Paolo con il suo rodato renault

 Irene sfoggia un bel sorriso per la stampa

I coniugi Benvenuti freschi dal viaggio di
nozze in Mongolia sono alle prese nella scelta del divano ;)

 Colei che mi s(o)upporta


 Ciorletti e Tenebretti



Tutti presi dalle immagini,

e dalle storie

 La serata si conclude tra le chiacchere e le 
richieste per il futuro

 C'è chi saluta e va via in grande stile

 e chi rimane e con altrettanto stile da una mano.


Grazie a tutti coloro che hanno aderito all'iniziativa ed a coloro che hanno dato un contributo per la creazione dell'evento

MECCANICAMENTE
Una Barba Lunga Un Viaggio

Stay connected

lunedì 28 agosto 2017

Seven years old

Quando la tua vita cambia perchè diventi padre ogni tuo sforzo viene ripagato dai sorrisi dei tuoi figli.
Sul rapporto padre figlio io ho puntato "all-in", ho fatto delle scelte e certamente non le rimpiango perchè il tempo da dedicarmi viene meno.
Lo scorso 23 agosto Francesco ha compiuto i magnifici 7, quelli in cui credi che le lotte tra cowboy ed indiani esistano ancora, quelli in cui i super eroi esistono e vincono sempre i cattivi, quelli in cui non appena senti un borbottio di motocicletta la cerchi con lo sguardo finchè non l'hai trovata.
Dai che per il tuo compleanno ti porto a fare un "viaggio", queste sono state le mie parole qualche giorno prima per far partire un countdown insostenibile carico di adrenalina dove l'attesa era quasi logorante per il mio campioncino, una volta arrivati all'ora X Francesco aveva addosso una patina di fierezza sfoggiata in un abbigliamento curato maniacalmente, scelte fatte dopo aver incamerato per anni lo stile e le attitudini di un mondo a lui familiare: jeans, camicia a quadri, giacchetto e gilet di jeans con tanto di pin sopra, immancabile bandana ed occhiali a goccia regalati da nonno Franco.



Dopo aver messo in moto il milledue sport, indossato il casco ed essere montato in sella come zavorrina mi ha stretto forte ed il suo sogno ha preso il volo; proprio come è stato per me rivivere la stessa scena ma dalla parte di chi guida i sogni del proprio figlio: cercando di trasmettere una passione vera e profonda che viaggia su due ruote alimentata dai valori più sani che rimangono, in questa società allo sbando dove il virtuale sostituisce i rapporti veri.

                                      
into the big mirror

In visita nella tana di Jimbo 
alle prese con il ferro Francesco riceve una collanina 
"home-made" che entra di diritto nei gioielli più cari.


 #goodstaff 

 Tanti auguri "ometto"

 Welcome label #sezionepizzorne

sabato 12 agosto 2017

La grande fuga dal caldo

In queste ore il caldo torrido sembra aver allentato la presa sullo stivale, anzi proprio in queste ore al nord addirittura si stanno verificando anche disagi a causa del maltempo, ma la scorsa settimana io ho dormito pochissime ore a notte e bevuto più di 5 lt di acqua al giorno.
Il rientro dalle ferie è stato veramente tosto, ma il risvolto positivo lo trovo sempre bastano pochi euro di benza e via a filo di gas.

Presa la direzione che porta verso l'appennino incrocio un cyborg che cavalca un'astronave bianca (penso che quell'aggeggio è come quello che qualche giorno prima ha ritirato un mio carissimo amico di Livorno), il cyborg fa inversione mi affianca e tira su la visiera, li mi accorgo che è proprio Flavio il livornese; a questo punto gli propongo di fare strada insieme e lui accetta.



Strada facendo faccio una piccola deviazione ed arriviamo all'eremo di calomini, posto magnifico, situato a ridosso di uno strapiombo roccioso e scavato quasi interamente nella roccia.




(sotto lo strapiombo)


 (la sorgente sorte fuori dalla roccia)

Dopo aver bevuto acqua freschissima ed aver ammirato la bellezza di questo posto rimontiamo in sella alla volta di Fornovolasco, dove al barrettino in piazza ritroviamo dei local che fanno gli onori di casa e praticamente ci fanno fare il tour dei bar dalla Garfagnana.

 (i local)





 (birra, amici e motociclette.... approved!!!)


 Domenica invece delle due ruote ho preso le quattro per frescheggiare in famiglia.

 (prove tecniche di camminata)







 (costruzioni di dighe)

 (tutti a mollo)


 (l'acqua mette fame)





 A volte basta veramente poco per stare bene, basta vivere semplicemente, il resto viene da sè.